Bava di Lumaca

Il secreto prodotto dalle chiocciole della specie Helix Aspersa Muller, chiamato comunemente “bava”, è una sostanza liquida e viscosa che ricopre tutta la superficie esterna dell’animale. Questa secrezione dal pH acido, circa pari a 3, è prodotta da particolari ghiandole secretrici epidermiche salivari, proteiniche e mucose localizzate a livello del piede della lumaca (ghiandole pedali). Il muco svolge diverse funzioni, ha proprietà emollienti, idratanti, lubrificanti e adesive, infatti previene l’essiccamento delle superfici esterne dell’animale, favorisce l’adesività dell’animale alle pareti e alle superfici di appoggio permettendo così alla lumaca di aggrapparsi e risalire anche pareti verticali ed irregolari senza mai cadere. Il continuo scorrimento della chiocciola su diverse tipologie di superfici anche ruvide o accidentate, porta l’animale a produrre un muco ricco di sostanze in grado di agire a livello cellulare che permettono un tempestivo ricambio dei tessuti danneggiati. La lumaca reagisce dunque ai danni cutanei producendo una grande quantità di muco in grado di proteggerla grazie alle sostanze antimicrobiche e ad altre sostanze attive presenti al suo interno che sollecitano il naturale processo di rigenerazione delle cellule dei tessuti danneggiati. Quando la secrezione della bava avviene per stimolazione ciclica continua con particolari soluzioni sbavanti, la lumaca produce un muco giallino chiaro, schiumoso, non appiccicoso, molto più liquido e molto meno viscoso rispetto a quello prodotto in condizioni normali (bava estratta). 

Le proprietà terapeutiche della bava di lumaca sono note da moltissimi anni; fin dai tempi dell’antica Grecia la bava di lumaca è stata tradizionalmente usata in medicina a scopi terapeutici per problemi di stomaco, come ulcere peptiche e gastriti, per cicatrizzare ferite, arrestare emorragie e sotto forma di sciroppo per calmare la tosse e sciogliere il catarro. Proprio per le straordinarie proprietà attribuitegli questa prodigiosa materia prima ha da sempre incuriosito molti studiosi, ricercatori e scienziati, che negli anni hanno cercato sempre più di portare avanti indagini approfondite sulla veridicità delle sue potenzialità e di analizzare chimicamente il suo contenuto per scoprire con esattezza la natura dei suoi costituenti. 

La caratterizzazione della bava di lumaca è tuttora ancora in corso data la sua notevole complessità, ad oggi è risaputo contenere innumerevoli costituenti in particolare sostanze dotate di attività antiossidante, cicatrizzante, antibatterica, idratante, rigenerante, antirughe, antismagliature, purificante, antimacchia e protettiva; per questo motivo ha riscosso particolare interesse in campo farmaceutico, medico e cosmetico per l’allestimento di prodotti destinati principalmente all’uso topico e per la formulazione di Dispositivi Medici utili nel trattamento e nella prevenzione di affezioni bronchiali e gastriche. 

Grazie alle innumerevoli analisi qualitative e quantitative condotte sulla bava di lumaca è stato possibile determinare tutti i costituenti caratteristici presenti al suo interno. Questa materia prima viene considerata di qualità e potenzialmente dotata delle proprietà vantate soltanto se risulta contenere tutte le molecole che sinergicamente ne determinano l’attività.

Le principali molecole che caratterizzano la bava di lumaca sono:

ALLANTOINA • ACIDO GLICOLICO • COLLAGENE • ELASTINA  ACIDO LATTICO ESFOLIANTE • MUCOPOLISACCARIDI (GAG solforati e GAG non solforati) • VITAMINE A, C, E, B1 e B6 • AMINOACIDI LIBERI • PEPTIDI • PROTEINE • ENZIMI • MOLECOLE DOTATE DI ATTIVITÀ ANTIPROTEASICA

SCOPRI LA NOSTRA LINEA DI COSMETICI a BASE di PURA BAVA di LUMACA S'AGAPÓ

 

    VISITA LE PAGINE