Convegno La Blue Economy incontra l’Elicicoltura 2.0

 

 

L’allevamento delle chiocciole da gastronomia: offerta alimentare in una prospettiva sostenibile 

La nuova elicicoltura porta il nome di Simone Sampò, Presidente dell’Associazione Nazionale Elicicoltori e Direttore dell’Istituto Internazionale di Elicicoltura, che ha anche il merito di aver portato a FIERAGRICOLA Verona un sistema apprezzato per la forte adesione ai princìpi della Blue Economy.

Con il Direttore dell’Istituto Internazionale di Elicicoltura di Cherasco il mondo dell’allevamento delle chiocciole in tutte le sue potenzialità è pronto a fare il salto nell’economia del futuro: dalla gastronomia alle innumerevoli diramazioni della filiera produttiva.

“L’elicicoltura oggi rappresenta una valida alternativa ai sistemi tradizionali di allevamento, offrendo inoltre l’opportunità di interpretare il proprio ruolo in una dimensione imprenditoriale grazie alla creazione di una filiera ricca e diversificata. Dentro ci sono possibilità a portata di tutti: per chi desidera un ritorno al rapporto con la terra ed i suoi ritmi, chi ha un talento nel commercio (dalla gastronomia alla cosmesi, ai dispositivi medici), chi possiede doti organizzative e comunicative(S. Sampò)

Il Disciplinare Chiocciola Metodo Cherasco è la nuova frontiera dell’allevamento delle chiocciole da gastronomia, il primo pilastro del progetto Elicicoltura 2.0: partendo dalle chiocciole nutrite esclusivamente con vegetali freschi e senza ricorso ai mangimi consente la creazione di una filiera che, partendo dalla trasformazione del prodotto, passa dall’estrazione della preziosa bava, chiudendo il processo con la sua trasformazione per il settore della cosmetica, farmaceutica ed i prodotti per la cura degli animali

La bava di lumaca si sta affermando, per le sue incredibili caratteristiche, in un prodotto straordinariamente versatile che permette applicazioni in ambito cosmetico e medico, in segmenti della filiera alimentare e, ultima novità, che ci sta dando molte soddisfazioni, anche nel settore del PET CARE. Per i nostri amici animali, domestici come cani e gatti, ma anche e soprattutto i cavalli, abbiamo studiato prodotti specifici per le cure quotidiane e le esigenze straordinarie. Un’efficacia notevole e tutta naturale.” (C. Lovera, founder Sagapò)

Queste sono le innumerevoli innovazioni di un settore che, dopo 40 anni, ha finalmente trovato la chiave per la modernità con un riscontro nazionale e internazionale

Uno dei momenti di soddisfazione più grandi, e di cui siamo più orgogliosi, è sicuramente coinciso con l’esportazione del nostro modello al di fuori dei confini nazionali. La collaborazione più prestigiosa è quella con l’Ordine Libanese Maronita, che ha integralmente sposato la nostra visione e, nei suoi 82 monasteri, ha avviato impianti di allevamento di chiocciole seguendo il nostro Disciplinare Chiocciola Metodo Cherasco. Siamo presenti anche in Grecia, Albania, Kenia e Senegal, testimonianza del fatto che il lavoro fatto nello studio di adattamento dei processi alle diverse condizioni climatiche è stato rigoroso” (S. Sampò)

IL CUORE DELLA RIVOLUZIONE E’ A CHERASCO

L’Istituto Internazionale di Elicicoltura a Cherasco offre la possibilità di vedere e comprendere tutte le attività legate a questo settore: gli allevamenti, la trasformazione dei prodotti freschi nelle linee del conservato e surgelato, il processo di estrazione della bava di lumaca ed i prodotti cosmetici, medici e veterinari. All’interno dell’Accademia Chiocciola Metodo Cherasco vengono proposti percorsi didattici per i bambini oltre ai corsi di cucina ed abbinamento vino e chiocciole per gli adulti.

“La realizzazione dell’Accademia Chiocciola Metodo Cherasco ha segnato un passaggio fondamentale: desideravamo offrire a tutti gli interessati la possibilità di poter “toccare con mano” tutte le dimensioni dell’elicicoltura e, al contempo, creare per gli elicicoltori un luogo di Alta Formazione dove apprendere ed aggiornarsi rispetto alle innovazioni studiate con i nostri partner. Da lì in poi è stato un fiorire di idee e, credetemi, vedere i bambini che partecipano ai nostri laboratori, dove gli parliamo di nutrizione e ciclicità delle stagioni, oppure li facciamo partecipare a progetti di manipolazione, è una pura iniezione di gioia. Gli adulti possono invece finalmente conoscere il prodotto chiocciola, come si cucina e sperimentare gli abbinamenti con il vino e la birra artigianale” (S. Sampò)

Accademia Chiocciola Metodo Cherasco è un progetto che è finalmente uscito dal cassetto per realizzare un'idea innovativa.

“Da qualche anno cullavamo il sogno di uno spazio adeguato, dove sviluppare i progetti di ricerca e di sviluppo legati all'elicicoltura, fare formazione di alto livello, proporre percorsi educativi rivolti ai bambini e laboratori di cucina per adulti.”

L'idea nasce dalla consapevolezza che il mondo dell'elicicoltura ha un grande bisogno di rinnovamento: è necessario rivedere alcuni passaggi tecnici per rendere compatibile la fatica dei campi alle esigenze attuali, per perfezionare alcune tecniche, sviluppare nuove opportunità di business e sfruttare gli strumenti di comunicazione per raccontare in modo adeguato la qualità dei nostri prodotti.

Nei nostri desideri c'era evidentemente quello di restare a Cherasco, un po' per quel senso di appartenenza che ci gratifica e conforta, soprattutto però per omaggiare la nostra storia.”

Dopo varie ricerche finalmente si è concretizzata la migliore delle collocazioni possibili: un posto ampio, nel centro del paese, con una struttura ricettiva a supporto che legittima idee ambiziose.

UN’ECONOMIA CHE GUARDA AL TERRITORIO

Il nuovo modello di elicicoltura presentato dall’Istituto Internazionale di Elicicoltura di Cherasco ha mostrato alla categoria degli operatori agricoli il proprio potenziale di filiera, partendo dai fondamentali dell’allevamento ispirato ad un concetto di naturalità e sostenibilità, fino a diventare un autorevole attore commerciale della gastronomia e del mondo beauty e, infine, assumere un ruolo di riferimento educativo con solidi progetti formativi. Ma in tutto questo ambizioso progetto è fondamentale la collaborazione tra Comuni d’Italia.

“Applicare l'approccio della Blue economy in tutti i settori possibili contribuirà a creare moltissimi effetti positivi, che esulano dalla singola attività: alleanze tra Comuni, coinvolgimento di più soggetti territoriali, tutte azioni che hanno lo scopo di educare alla cultura ambientale, unica vera strada da percorrere, con determinazione e competenza, per costruire un futuro per noi e per i nostri giovani" (Daniela Ruffino Vice Presidente Consiglio Regionale).

La visita del Vice Ministro dell’Agricoltura Andrea Olivero in Fieragricola, per conoscere i dettagli del progetto ed approfondire le tematiche legate allo sfruttamento virtuoso del territorio, dell’innovazione e delle aree di sviluppo, ha rappresentato il riconoscimento del buon lavoro svolto ed anche il fatto che il settore si sta affermando con la solidità dei contenuti e delle sue proposte.

Ho toccato con mano la passione e la capacità di apportare innovazione ad un settore di grande potenzialità. Ritengo che questo modello produttivo, attento ai cambiamenti del mercato e a una produzione sostenibile, possa diventare un esempio di eccellenza perla filiera e contribuire in maniera determinante alla crescita di questo nostro straordinario territorio.

LA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELLE CHIOCCIOLE

La star del 2017 è stata, senza ombra di dubbi, il macchinario MullerOne per l’estrazione della bava di lumaca. Un processo innovativo frutto della ricerca condotta da L’Istituto Internazionale di Elicicoltura, che ha permesso di superare i sistemi tradizionali ed ha finalmente offerto l’opportunità di raggiungere un livello qualitativo elevato per l’utilizzo negli ambiti del mondo beauty, della farmaceutica e del pet care.

Questa rivoluzione ha catturato l’interesse delle testate giornalistiche più prestigiose: dalla CNN alla BBC, dal The Telegraph al The Guardian, fino ai giornali nazionali e le trasmissioni di approfondimento come Linea Verde su Rai 1.

Il principio alla base del funzionamento di MullerOne è l’utilizzo dell’ozono per l’abbattimento delle cariche batteriche e di una soluzione stimolante a base naturale che non provoca danni alle chiocciole esposte al processo estrattivo.

Il valore aggiunto, in confronto con i sistemi prima utilizzati di acidificazione e vibrazione, si qualifica per essere free cruelty, ovvero totalmente innocuo per gli animali.

INSIEME A NOI LA BANCA DI CHERASCO: UNA PARTNERSHIP D’ECCELLENZA

Ci crede anche un’istituzione finanziaria del territorio come la Banca di Cherasco che sta seguendo con grande attenzione l’evoluzione del settore.

Come Banca del territorio è nostro compito valorizzare e sostenere gli obiettivi di quegli enti e associazioni che lavorano per promuovere la nostra terra” spiega Danilo Rivoira, Responsabile Area Commerciale di Banca di Cherasco. “È quindi chiaro il motivo per cui abbiamo scelto di supportare le attività dell’Istituto Internazionale di Elicicoltura Cherasco che, con il suo festival e le diverse attività collaterali, tiene alta l’attenzione su uno dei prodotti d’eccellenza del territorio cheraschese: la chiocciola. Siamo lieti di partecipare all’incontro di oggi, con cui condividiamo il tema della sostenibilità dall’allevamento all’offerta alimentare dei prodotti del nostro territorio”. 

Nell'immagine il messaggio ricevuto dal vice Ministro Andrea Olivero, che ringraziamo sentitamente