La Lumaca

Sistematica, anatomia e biologia

Gli studi sulla biologia e fisiologia della chiocciola da gastronomia sono in continua evoluzione in molte Università italiane e straniere, in quanto negli ultimi anni sono cresciuti gli interessi commerciali e culinari per questo mollusco. Nuove frontiere vengono aperte nel campo della ricerca umana, grazie all’utilizzo di particolari sensori o funzioni che hanno permesso a questo animaletto, facile preda di tutti gli esseri viventi, di sopravvivere in modo talmente semplice da evitare le distruzioni che hanno caratterizzato altre specie di animali, plasmandosi e adattandosi con accorgimenti semplici, ma al tempo stesso importantissimi. Queste ultime ricerche seguono quelle già intraprese molto tempo fa dai francesi Duverney, Defrance, Meisenhimer, Cadart e Lesourd,li tedesco Nietzke e l’italiano Spallanzani.

Collocazione sistematica

La chiocciola è animale appartenente a:

Gruppo MOLLUSCHI

Come dice il nome si tratta di organismi dal corpo molle, senza scheletro interno. Il loro corpo, infatti, è una formazione a forma di sacco che avvolge e contiene gli organi interni.

Classe GASTEROPODI

L’etimologia della parola (in greco, gastèr = ventre, pus = piede) descrive la peculiarità di questo animaletto: strisciare su una base muscolare che sembra il suo ventre.

Sottoclasse POLMONATI

Lo sviluppo dell’attività polmonare è sicuramente un’evoluzione di alcuni gasteropodi, che si sono adattati alla vita terrestre, staccandosi dalla maggioranza dei molluschi che sono marini o comunque adatti alla vita acquatica.

Ordine STILOMMATOFORI

Dal greco: animali che portano gli occhi in cima alle antenne.

Famiglia ELICIDI

Sono forniti di una conchiglia che è una struttura protettiva esterna a forma di spirale (Helix).

 

La conchiglia

Ciò che differenzia le varie specie di chiocciole è sicuramente la conchiglia. Questa struttura protettiva esterna prodotta da secrezioni calcaree del mantello, si rivela una struttura molto complicata. Si può pensare ad un tubo conico avvolto su un asse a spirale (asse columellare). Il senso di avvolgimento è normalmente destrorso (senso orario), ma non mancano chiocciole che presentano un andamento sinistrorso, anche se molto rare. L’asse columellare della Helix Aspersa è pieno, mentre quello della Helix Pomatia è vuoto e forma una cavità columellare. Il solco che segna il limite tra una spirale e l’altra si chiama sutura. Parte dell’apice della conchiglia e l’ultima spira, terminano con l’apertura detta bocca, circondata da un bordo arrotondato detto peristoma. Negli individui adulti l’estremità del mantello si affaccia dal peristoma e lo circonda, calcificandosi; è il modo più semplice per riconoscere un soggetto maturo in grado di riprodursi. A seconda della specie, la conchiglia presenta diverse colorazioni ed in alcuni casi bande chiare e scure alternate che vanno dall’apice alla bocca. Perpendicolarmente alle spire si vedono le strisce di accrescimento. La conchiglia è formata al 97% da un composto chimico (aragonite) affine al carbonato di calcio e per un 3% circa di sostanze organiche di vario tipo.

 

Il corpo

Oltre alla conchiglia il corpo della chiocciola può essere diviso in altre tre parti: la testa, il piede e il sacco viscerale.

LA TESTA

Collocata all’estremità anteriore dell’animale comprende un’apertura boccale e quattro tentacoli retrattili. Quelli superiori sono i più lunghi, portano all’estremità due piccoli globi neri. Questo piccolo occhio in miniatura non è in grado di vedere nel senso letterale della parola, comunque è in grado di distinguere alcuni colori e le sorgenti di luce. I tentacoli più corti sono organi tattili, che assieme all’elevatissimo numero di cellule sensoriali che la chiocciola contiene nella superficie esterna dell’epidermide, permettono al mollusco di avventurarsi dappertutto. La bocca è composta da due labbra, superiore ed inferiore, e da due guance laterali. Sul lato destro della bocca si apre l’orifizio genitale.

IL PIEDE

È la parte inferiore del corpo che fuoriesce dalla conchiglia quando l’animale è in attività. Rivestita da una serie di tubercoli allungati, è una massa muscolare in grado di spostare tutto il corpo con una successione di contrazioni della muscolatura trasversale, grazie anche all’emissione di bava.

IL SACCO VISCERALE

Il mantello è la parte superiore che, come visto precedentemente, serve a formare la conchiglia. Ripiegandosi forma inoltre la cavità palleale (il polmone della chiocciola) che attraverso l’apertura e chiusura del pneumostoma permette la funzione respiratoria. La parte centrale è composta dall’apparato digerente fatto come una U, che partendo dalla bocca va fino al ricciolo finale per ritornare all’esterno fino all’apertura anale.

    VISITA LE PAGINE